ROMA – Giampiero Galeazzi è morto ieri mattina, all’età di 75 anni. Era malato da tempo e da quattro giorni era ricoverato al Gemelli di Roma, soffriva di una grave forma di diabete.

Galeazzi prima di diventare un famoso cronista era stato professionista nel canottaggio vincendo il campionato italiano nel singolo nel 1967. Restano memorabili le sue telecronache. “Con la morte di Giampiero Galeazzi perdo un caro amico. Mi rimangono i ricordi: numerosi, belli e sempre dettati da una vera amicizia. Abbiamo seguito insieme i mondiali del 2010 e ci siamo molto divertiti. L’ho sempre pensato e lo ricorderò con grande affetto” dichiara Maurizio Costanzo. “Ci uniamo al cordoglio per la scomparsa del giornalista sportivo Gianpiero Galeazzi. La sua carriera, fatta di professionalità mista ad ironia e spirito popolare, rimarra’ un esempio per tutti coloro che si avvicinano al giornalismo sportivo. La sua voce ha regalato emozioni a milioni di italiani e il suo ricordo resterà vivo per tutti gli appassionati di sport”. Così le senatrici del Movimento 5 Stelle in commissione cultura e sport al Senato. “Se ne va un grande uomo, che ha trasmesso tutta la sua professionalità e passione attraverso le proprie imprese sportive e la sua voce. Ciao Giampiero, non ti dimenticheremo”. Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

“La Società Sportiva Lazio, con tutti i suoi atleti e tifosi, piange la scomparsa di Giampiero Galeazzi. Una figura legata indissolubilmente allo sport italiano: prima da atleta vittorioso, poi da commentatore passionale e da giornalista acuto e competente”. Così in una nota il presidente della Lazio Claiudio Lotito. “La fede laziale di Giampiero – ricorda – era nota a tutti, ma mai è stata fuori dalle righe. In una recente intervista alla Rai, stanco ma mai arreso alla malattia, disse una frase semplice e straordinaria: “Sotto lo stesso cielo, sotto la stessa bandiera. Forza Lazio”. In quel cielo brilla una stella in piu'”. “Ciao Giampiero, straordinario sportivo e appassionato giornalista. Grazie per le emozioni che hai regalato all’Italia e agli italiani”. Così il segretario leghista Matteo Salvini ricorda Giampiero Galeazzi, su Twitter.

Lunedì camera ardente in Campidoglio. Il Comune di Roma aprirà le porte per consentire ai tanti che hanno amato il giornalista Radi di dargli l’ultimo saluto. I funerali saranno in forma privata.