dalla telecamera di sicurezza

Nella notte di San Silvestro, intorno alle 21,45, una ragazza di 24 anni, israeliana,  è stata accoltellata mentre si trovava di fronte ad una biglietteria automatica presso la stazione di Roma Termini. Ora si trova ora al Policlinico Umberto I, stabile ma in prognosi riservata, nel reparto di chirurgia d’urgenza.

Uno dei colpi le ha lacerato il fegato, ed è stata sottoposta la scorsa notte a un trattamento di radiologia interventistica. La donna è stata ferita anche a un polmone, ma in modo meno grave. Sul caso indaga la Polfer. L’aggressore, un uomo magro, vestito di scuro, che indossa un cappello con visiera e forse una mascherina sul viso e con in mano ha una busta blu. La persona aggredita è di spalle, e indossa uno zainetto rosso, apparentemente intenta a guardare qualcosa sul muro di fronte a sè. L’uomo le si avvicina da dietro e sembra stringerla col braccio sul collo e forse in questa occasione sferra un primo fendente. La vittima viene scaraventata a terra, poi si alza e sembra tentare una reazione cercando di colpire l’uomo. Lui però, con la mano destra, vibra un secondo colpo. A quel punto la ragazza si allontana stringendosi le mani all’addome, mentre l’uomo scappa via nella direzione opposta, infilando nel sacchetto blu ciò che teneva nella mano destra. La Polfer nelle indagini sta valutando se le telecamere di sorveglianza all’interno della stazione abbiano ripreso l’aggressione.