“La delegazione nazionale di ACLI TERRA ha partecipato in questi giorni a Rimini ad una serie di convegni del Meeting dell’Amicizia tra i Popoli 2022 su invito del Presidente Bernhard Scholz.
Tra l’altro, assistendo ieri anche al dibattito tra i principali segretari di partito ed oggi all’intervento del presidente del Consiglio, Mario Draghi.

Apprezzando le parole del premier sulla importanza del ‘coraggio’ e della ‘responsabilità’ e condividendo le misure adottate dal suo governo, ACLI TERRA auspica nuove azioni dell’esecutivo per porre un freno all’aumento dei costi energetici. Bene, anzi, anche l’intento comune espresso dai leader politici in tal senso: un’idea proposta da ACLI TERRA già due mesi fa, una misura necessaria per le aziende della filiera agroalimentare dopo la pandemia e il conflitto russo-ucraino. Sarebbero in realtà necessarie anche misure di sollievo in caso di contenziosi fiscali sorti negli ultimi due anni.

Il Meeting 2022 con i suoi eventi e personalità è stata l’occasione per una rinnovata passione civica e ACLI TERRA rinnova i ringraziamenti alla dirigenza della ospitalità e dello straordinario lavoro con i tanti volontari.

La presenza a Rimini di ACLI TERRA è stata utile anche per preannunciare un appuntamento nazionale sull’acquacoltura il prossimo inverno da svolgere in questo splendido territorio”.

Così in una nota a nome della dirigenza nazionale di ACLI TERRA, il presidente Nicola Tavoletta.