Al Teatro del Collegio San Carlo di Modena in scena 11 Talent Talk con gli studenti e i top brand dell’automotive, in Piazza Grande protagoniste le Università con l’esposizione di vetture Formula SAE.
MODENA- Sono attesi oltre 1.500 giovani tra giovedì 2 maggio (dalle 14.30 alle 18.30) e venerdì 3 maggio (dalle 9.00 alle 17.00) al Teatro del Collegio San Carlo (via San Carlo 5, Modena) per i Talent Talk del Motor Valley Fest, lo spazio dedicato ai talenti emergenti, agli studenti degli istituti tecnici, ai professionisti e ai ricercatori.

Un’opportunità irripetibile per parlare delle “professioni del domani” nel mondo automotive, per una due giorni che darà modo di scoprire le competenze più richieste oggi dal mercato, ma anche i percorsi accademici formativi previsti per raggiungere tali professionalità e l’impatto delle nuove tecnologie sul settore.

Saranno 11 i Talent Talk del Motor Valley Fest con i rappresentanti dei top brand della Terra dei Motori dell’Emilia-Romagna, tra cui Maserati, Bosch, Pagani, Tesla, Dallara, Ducati, Automobili Lamborghini, Visa Cash App RB Formula One Team, Ferrari, Energica, MUNER-Motorvehicle University of Emilia-Romagna, Alpine.

Per partecipare (in presenza o da remoto) è necessario iscriversi sul sito web Motor Valley. I Talent Talks verranno trasmessi anche in diretta streaming sul canale YouTube del Motor Valley Fest.

Dal mondo delle scuole a quello delle avventure imprenditoriali più innovative del momento. Saranno 45 le start up italiane ed internazionali che parteciperanno all’incontro b2b con i principali rappresentanti delle aziende della Motor Valley nel corso dell’evento “Meet & Match”, in agenda giovedì del 2 maggio nel Cortile d’Onore dell’Accademia Militare di Modena.

Attive in diversi ambiti, dallo sviluppo software all’AI, dai big data alla cybersecurity e alla mobilità sostenibile, le start up al Motor Valley Fest presenteranno soluzioni per ottimizzare le prestazioni, per la logistica, per l’alimentazione wireless, per semplificare i processi produttivi o la sanificazione, per potenziare la forza lavoro. E ancora, sistemi innovativi di car sharing, prodotti e tessuti per la mobilità sostenibile, innovativi accumulatori di energia, microled e microsensori per migliorare le esperienze visive, software di qualità predittiva per la produzione automobilistica, nuovi progetti per veicoli agili, servizi avanzati di ingegneria, tecnologie touch, moto volanti, nanomateriali che cambiano colore per superfici intelligenti, occhiali AR come interfaccia veicolo-conducente, simulatori dinamici. Tra le tante novità anche un’interfaccia neurale che connette il cervello con tutti i devices elettronici (es. droni), ma anche software per il monitoraggio contactless della salute dei passeggeri all’interno dei veicoli, tecnologie in grado di rilevare come si sentono le persone mentre utilizzano l’auto a guida autonoma, e piattaforme di servizi (ad esempio per la spedizione di merci).

In Piazza Grande, per tutta la durata del Motor Valley Fest, saranno invece protagoniste 9 Università italiane con un’area dedicata esclusivamente ai team, alle squadre corse e all’esposizione delle vetture di Formula SAE progettate da Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Università di Pisa, Università di Pavia, Politecnico di Milano, Università degli Studi di Padova, Università di Bologna, Università di Brescia, Università del Salento, Università degli Studi di Roma. Prevista anche la presenza di due start up: 2electron, e Driving Simulation Center, che esporrà un innovativo simulatore di guida.

Sempre in Piazza Grande, per i più giovani, il 3 maggio dalle 12.00 alle 20.00, il 4 maggio dalle 10.00 alle 20.00 e il 5 maggio dalle 10.00 alle 16.00 andrà in scena “F1 in Schools Italy”, la gara che mette in competizione i migliori talenti da tutta Italia, sarà possibile mettere alla prova le proprie abilità ingegneristiche progettando e costruendo una monoposto da corsa per gareggiare in emozionanti sfide di velocità.

GLI ORGANIZZATORI

Il Motor Valley Fest è realizzato da Regione Emilia-Romagna, APT Servizi Emilia-Romagna, Comune di Modena, Associazione Motor Valley Development, MUNER, Meneghini & Associati, con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ICE Agenzia, Unioncamere Emilia-Romagna, Camera di Commercio di Modena, Fondazione di Modena, in partnership con Anfia, UNRAE sezione veicoli industriali, Autopromotec, ACI, Bologna Fiere – Motor Show. L’evento è cofinanziato dai fondi europei della Regione Emilia-Romagna Por Fesr 2014-2020. Il progetto rientra nella strategia dei Fondi europei della Regione Emilia-Romagna – Por Fesr 2014-2020 – per la promozione delle destinazioni turistiche. È cofinanziato con risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione FSC 2014-2020.

L’evento è realizzato con il supporto di Accenture, Bosch, Deloitte, EFESO Management Consultants.