Oggi ha avuto inizio a Vilnius il vertice NATO, alla presenza anche della premier Giorgia Meloni. Il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, ha espresso fiducia che il comunicato finale del vertice invierà un messaggio positivo sul percorso dell’Ucraina verso l’adesione all’Alleanza atlantica. Si sta lavorando alla formulazione del comunicato finale, che definirà un “percorso” per l’adesione dell’Ucraina senza specificare un calendario preciso.

Inoltre, è stato concordato un nuovo pacchetto di aiuti NATO per l’Ucraina. Gli Stati Uniti “invieranno un segnale positivo” in tal senso, secondo il consigliere per la sicurezza nazionale statunitense Jake Sullivan. Nel corso del vertice, si è discusso anche dell’ingresso della Svezia nella NATO. Il presidente turco Erdogan ha accettato di concedere l’ingresso della Svezia nell’Alleanza al più presto possibile. È stato raggiunto un accordo tra Turchia, Svezia e NATO per risolvere le preoccupazioni della Turchia e rimuovere le restrizioni sull’export delle armi dalla Svezia ad Ankara.

Joe Biden incontrerà il presidente ucraino Volodymyr Zelensky durante il vertice. È stato deciso di eliminare il percorso di riforme noto come Membership Action Plan (Map) per l’Ucraina e prevedere l’adesione diretta all’Alleanza Atlantica nel momento appropriato.

La Svezia ha accolto con favore l’impegno della Turchia a dare il via libera all’adesione svedese alla NATO, mentre il presidente americano Biden si è detto pronto a collaborare con la Turchia per rafforzare la difesa nell’area euro-atlantica. La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha definito l’accordo un passo storico, mentre il premier svedese ha sottolineato il grande passo avanti verso la ratifica della Svezia nella NATO.