Nelle prossime 24 ore, il Veneto sarà nuovamente in allerta rossa a causa di un’ondata di maltempo che colpirà tutto il Nord Italia con forti temporali e nubifragi. L’allerta riguarda il rischio idrogeologico, con forti piogge previste anche a Milano e lungo i fiumi Seveso e Lambro.

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha avvertito che il bollettino meteorologico della regione sarà di massima allerta, esprimendo preoccupazione per ulteriori danni nelle aree già colpite dall’alluvione della scorsa settimana. “Il terreno non è in grado di assorbire altra acqua”, ha dichiarato Zaia, aggiungendo che sono attese precipitazioni di circa 100 millimetri, pari a 10 centimetri d’acqua al metro quadrato.

Oggi, una bomba d’acqua ha già colpito la pianura padana, causando allagamenti a Pavia, dove i vigili del fuoco hanno salvato una donna di 74 anni bloccata nella sua auto a causa di uno smottamento. Anche in provincia di Modena, a Vignola e Savignano, e nella Valsamoggia bolognese, il maltempo ha causato strade allagate e danni.

Il maltempo si sposterà verso il Centro-Nord, colpendo la Sardegna, la Toscana, l’Umbria e il Lazio con piogge abbondanti e rischio di grandine. Le previsioni indicano che le precipitazioni interesseranno anche la Liguria, l’alta Toscana, la Lombardia, il Veneto e il Friuli Venezia Giulia.

Negli ultimi giorni, i danni provocati dalle bombe d’acqua sono stati “importanti”, con smottamenti, crolli e interruzioni della viabilità. In particolare, sottopassaggi e linee ferroviarie sono stati bloccati, soprattutto in Lombardia. Il comparto agricolo ha subito perdite significative, con il 30% delle semine danneggiate, per un valore di circa 50 milioni di euro. Zaia ha definito la situazione “un evento eccezionale” che non si verificava da oltre 100 anni.

Anche il Friuli Venezia Giulia e la Bassa Romagna sono stati colpiti dal maltempo. I livelli del Po continuano a crescere, con valori prossimi alla soglia di criticità, e il livello del lago di Como è in aumento.

Da mercoledì, l’alta pressione tornerà a interessare il Centro-Sud, riportando condizioni di tempo soleggiato. L’Italia continua quindi a essere divisa dal meteo, con il Nord afflitto dal maltempo e il Sud caratterizzato da un clima caldo e soleggiato, con temperature sopra la media stagionale.