L’APPUNTAMENTO/ IL 2 ottobre in diretta streaming la terza edizione della “festa dell’operatore di Rsa”. Quest’anno il tema e’ la sicurezza di ospiti ed operatori con elementi innovativi e nuove prospettive

DI MICHELA CAPURSO

Tutti pronti per la diretta streaming del 2 ottobre alle ore 10:00 per l’evento annuale organizzato da Anaste con lo scopo di raggiungere sempre più tutele per la sicurezza ed il benessere dei professionisti sanitari e degli ospiti delle strutture. Il tema dell’iniziativa, arrivata alla terza edizione, si concentra sull’aspetto della sicurezza nelle Rsa, elemento importante che riguarda tutti. Anaste, già dalla campagna 2020/2022 “In Rsa è meglio” ha sottolineato come le strutture, dopo la prima fase pandemica, siano state i luoghi più sicuri per i nostri anziani ,così come per gli operatori, grazie ai controlli continui, ai piani vaccinali puntuali e alla formazione specifica. Con la campagna 2023/2024 intitolata “Rsa sicura” l’associazione ,anche quest’anno, vuole focalizzare l’attenzione su tutti gli sforzi compiuti ma soprattutto su gli sviluppi futuri da applicare necessariamente nel settore per una maggior sicurezza di tutte le persone che vivono il mondo delle Rsa.

L’evento, come detto, verrà trasmesso in streaming sulle piattaforme Youtube, Facebook e Linkedin (sulle pagine di Anasteitalia), e  presenta una interessante scaletta con numerosi collegamenti esterni che mostreranno tutte le iniziative realizzate e ed una serie di interventi su temi caldi come il dibattuto CCNL.  L’avvocato Paolo Amato, che ha redatto il contratto, illustrerà le novità e le nuove garanzie applicate nell’ultimo rinnovo. Seguirà un collegamento con i consulenti assicurativi di “Reale Mutua” per illustrare il pacchetto “tutela professionale operatori”, proposto a condizioni estremamente favorevoli per i contrattualizzati Anaste. La dottoressa Alba Malara, presidente della fondazione AnasteHumanitas, presenterà “un respiro per la vita”, programma gratuito di screening per le malattie respiratorie per tutti i dipendenti e collaboratori dell’associazione.

Attesissimo è il collegamento con l’Istituto CAST di Brescia, che l’anno scorso ha avuto come protagonista il famoso pasticciere Iginio Massari; quest’anno si collegherà con i cuochi che stanno frequentando il corso di formazione per “Chef Sanitario”, una nuova professione che migliorerà la qualità e la sicurezza alimentare all’interno delle strutture.

Come ogni anno un artista emergente presenterà un’illustrazione appositamente realizzata sul tema della campagna che verrà firmata in diretta e darà anche avvio all’annuale contest fotografico, che coinvolge operatori ed ospiti, dedicato quest’anno appunto alla sicurezza nelle Rsa. Non mancheranno collegamenti con strutture di tutta Italia che illustreranno le loro iniziative su sicurezza e prevenzione, si collegheranno anche strutture estere, presentate dal presidente dell’ECHO il dottor Averardo Orta, che porteranno le loro esperienze per un confronto internazionale su temi così universali. L’iniziativa riscuote ogni anno più successo, oltre 10.000 i partecipanti lo scorso anno, probabilmente perché si vede finalmente mettere al centro anche la salute degli operatori oltre che degli anziani di cui loro si prendono quotidianamente cura.