“Anche ad agosto i nostri centri rimangono aperti tutti i giorni e sono attrezzati per poter proseguire in modo sicuro, – seguendo i protocolli -, a fare tamponi. Ci sembra di capire che l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’amato abbia autorizzato i cittadini, pagando in proprio, di fare i tamponi solo presso il ‘drive in’ scelti dallo Spallanzani, dimenticando – forse volutamente?! – che ci sono decine di strutture accreditate pronte a fare i tamponi ad un prezzo concordato con la Regione. Perché costringere gli utenti ad un’unica offerta? Si lasci la libertà di scegliere”. A sostenerlo è Mariastella Giorlandino, amministratrice unica dei centri clinici Artmisia Lab.