Avviato nel Lazio il primo centro polivalente per giovani e adulti con disturbo dello spettro autistico ed altre disabilità con bisogni complessi. Un centro diffuso con sedi e strutture dislocate nel territorio dell’Asl Roma 6 che vede coinvolti in una partnership le Cooperative sociali, gli enti del Terzo settore e tutti i Comuni capofila dei Distretti socio-sanitari dei Castelli Romani e del litorale (Pomezia, Ardea, Anzio, Nettuno).

Responsabile del progetto e capofila della rete di Cooperative Sociali del territorio è la Cooperativa Sociale Gnosis, costituitasi in associazione temporanea di scopo (ATS) insieme ad altre cinque (Agricoltura Capodarco, Arcobaleno, Elma, La Castelluccia e Sorriso per Tutti). Tra gli ETS partner: Arianna Onlus, Attivamente APS, Castelli Insieme, Polisportiva Eveer Green, Famiglie e Gnosis Insieme, Insieme Contro i Pregiudizi, Make4Work, Valenza-neurodiversità-autismo-lavoro; la cooperativa Vulcano, la Fondazione Il Campo dell’Arte, la SRL Demetra.

Un progetto all’avanguardia su cui sono stati stanziati complessivamente 3 milioni di euro per la realizzazione di quattro centri polivalenti sul territorio regionale di durata biennale. Lo scopo del finanziamento è quello di favorire percorsi di inclusione sociale, inserimento lavorativo e di incentivazione la partecipazione alla vita sociale e di comunità delle persone con gravi disabilità grazie a due importanti poli organizzativi: i community lab e i work lab, per i quali è prevista anche alla partecipazione dei familiari e dei caregiver

Il primo dei centri polivalenti territoriali con cui si promuove la presa in carico del giovane adulto con disabilità, a partire dai 18 anni compiuti, attivando processi di collaborazione con gli enti e le aziende del territorio al fine di promuovere lo sviluppo delle competenze e dell’autonomia. Un buon servizio socio- assistenziale di prossimità che crea rete sociale, unisce le istituzioni ai servizi e, in primis, ai bisogni del singolo.