In riferimento alla segnalazione della presenza di un focolaio di COVID-19 presso il consorzio “La Sbarra” di Tor San Lorenzo Lido ad Ardea,  la direzione aziendale della Asl Roma 6 intende chiarire quanto di seguito riportato nella nota.Sono 7 i casi positivi identificati ad oggi, riferiti a giovani di circa 20 anni, residenti a Roma ed in vacanza presso il consorzio, riconducibili a 2 distinti cluster (3 + 4 persone). Si tratta di casi paucisintomatici/asintomatici.2 persone sono rientrate a Roma, 5 si trovano attualmente in isolamento presso il Consorzio, ove stanno osservando la quarantena.Sono state poste in quarantena altre 3 persone considerate contatti stretti.La situazione, monitorata quotidianamente dalla ASL, attualmente risulta sotto controllo e non desta particolari preoccupazioni.
Si è ritenuto opportuno diffondere indicazioni ai consorziati circa l’applicazione rigorosa delle misure anti Covid, avendo appreso nel corso dell’indagine epidemiologica di assembramenti frequenti all’interno dell'”area consortile”, soprattutto in spiaggia ed in prossimità di strutture di ristorazione e di svago.E’ prevista l’effettuazione di ulteriori tamponi di controllo per le persone in osservazione per la fine del mese; eventuali ulteriori azioni saranno valutate in base all’evoluzione dell’indagine epidemiologica.

 Secondo l’azienda sanitaria ci sarebbero stati frequenti assembramenti nell’area consortile, soprattutto in spiaggia. E’ prevista l’effettuazione di ulteriori tamponi di controllo per le persone in osservazione per la fine del mese; eventuali ulteriori azioni saranno valutate in base all’evoluzione dell’indagine epidemiologica.

L’allarme era stato stato lanciato da Roberto Gianmattei, dirigente del Servizio Igiene e Sanità Pubblica. L’invito è sempre lo stesso in questi casi: rispettare le norme anti-Covid se si vuole scongiurare un focolaio.

Il sindaco di Ardea Mario Savarese ha definito “preoccupante l’andamento dei casi Covid registrati nel mese di agosto perché sono ben 124 quelli ancora attivi, mentre i ricoveri fortunatamente sono pochi, 3”.

“Di concerto con la ASL Roma 6 – ha spiegato Savarese – non si ritiene necessario emettere un’ordinanza restrittiva che obblighi all’utilizzo della mascherina anche all’aperto, ma è necessario raccomandare il rigoroso rispetto delle direttive Covid in atto al momento. Ragazzi la vostra salute è preziosa per tutti noi, il Covid non è andato in vacanza in lidi lontani, quindi non abbassate la guardia e soprattutto VACCINATEVI”.