Un attacco informatico a danno della Regione Sardegna. E’ la stessa amministrazione a comunicare che nel suo sito istituzionale la “pubblicazione nel dark web di cartelle contenenti dati personali dei propri dipendenti e degli utenti di alcune direzioni generali”. La Regione Sardegna comunica di esserne al corrente dal 17 giugno e che “la documentazione illegittimamente divulgata potrebbe arrecare conseguenze ai diritti degli interessati coinvolti quali ad esempio l’usurpazione di identità, la perdita di controllo da parte degli interessati sui dati personali che li riguardano”.