Silvio Berlusconi ha commentato quanto avvenuto in Sicilia a margine del suo voto al referendum a Milano :”Questi arresti di candidati un giorno o due prima delle elezioni, potevano anche aspettare due giorni dopo. Questa è sempre la storia della giustizia politicizzata che non è morta. Mi sembra che sia una polemica del tutto inutile e senza senso. Come tante cose che fanno addosso a noi che sono senza senso”. E sulla guerra in Ucraina ha affermato: “Voglio dire davvero cosa ho pensato. Se fossi stato presidente della Repubblica sarei potuto andare e ripetere con Putin quello che ho fatto nel 2008, con la situazione della Georgia. Lo tenni al telefono cinque ore e gli dissi ‘sappi che se domani mattina invadi la Georgia divorzi dall’Unione Europea, dalla Nato e dagli Usa. Alle 10 di mattina arrivò l’ordine da Mosca alla truppa di ritirarsi”.