In una nota, il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi scrive: “Questa legge dà una risposta rapida ed efficace a famiglie e imprese maggiormente colpite dal caro energia: è necessario allo stesso tempo fare il massimo sforzo possibile per aumentare le pensioni minime a mille euro, che resta l’obiettivo di Forza Italia per la legislatura. Siamo impegnati per la detassazione e la decontribuzione totale dei nuovi assunti, che devono costare alle aziende la stessa cifra che percepiscono come stipendio. Valutiamo con prudenza la proposta di autonomia differenziata che non deve in alcun modo penalizzare le Regioni del Sud Italia e dovrebbe essere agganciata a una riforma istituzionale in senso presidenzialista”. Dei 200 emendamenti segnalati dalla maggioranza alla manovra 95 saranno di FdI, 54 della Lega, 40 di FI e 10 di Noi Moderati. Lo scadere dei termini per la trasmissione delle segnalazioni alla commissione era fissato alle 17. Tra le proposte indicate dalla Lega quella del taglio dell’Iva sul pellet (ora al 22%) il sostegno al comparto della sicurezza ma anche una riguardante la qualità dell’aria con interventi per ridurre l’inquinamento. Nessuna proposta di modifica segnalata dal Carroccio sul fronte del Pos o sul tetto al contante, entrano invece una serie di proroghe di agevolazioni per le popolazioni terremotate. Via l’addizionale erariale alla tassa automobilistica; le tasse e sopratasse per gli istituti superiori e le università; le tasse per le licenze di esercizio; la tassa di abilitazione all’esercizio professionale o ancora l’addizionale comunale sui diritti d’imbarco di passeggeri sugli aeromobili. Lo prevede un emendamento del Terzo Polo alla manovra che dovrebbe rientrare nei segnalati. Gli emendamenti segnalati sulla manovra dal Terzo Polo sono 44.