carabinieri_elicottero_1_fg

E’ stata trovata nell’acqua sporca della piscina di una abitazione chiusa, da tempo disabitata. A pancia in giù, con indosso i vestitini con i quali si era allontanata, è stata soccorsa inutilmente sul posto dai carabinieri che per primi l’hanno notata dall’elicottero. La bambina di 3 anni, italiana, scomparsa da casa all’ora di pranzo e trovata due ore e mezza più tardi a un chilometro e mezzo linea d’aria dalla sua casa, nei pressi di Scanzano, a Foligno, era ormai senza vita.

Non è chiaro come sia riuscita a raggiungere da sola, a piedi, quella casa disabitata, né come ci sia entrata. I militari di Perugia, ora impegnati nelle indagini, stanno tentando di ricostruire la dinamica di quanto accaduto da quando è arrivata loro la chiamata che denunciava la scomparsa della piccola. Si ascoltano i genitori, si cercano telecamere di videosorveglianza, difficili da trovare in una zona di bosco, e con il sopralluogo sul posto si cercherà di capire come la piccola si sia intrufolata nella casa con la piscina.