L’Alto Rappresentante Ue per la Politica Estera, Josep Borrell, ha detto che i risultati dei referendum per l’annessione alla Russia tenuti in quattro regioni dell’Ucraina occupata dai russi sono stati “falsificati” e che le consultazioni in sé sono state “illegali”. “Si tratta di una nuova violazione della sovranità e dell’integrità territoriale dell’Ucraina in un contesto di violazioni sistematiche dei diritti umani- ha scritto Borrell su Twitter – Salutiamo il coraggio degli ucraini, che continuano a opporsi e a resistere all’invasione russa”. Anche per il presidente del consiglio europeo Charles Michel  si tratta di “referendum fasullo. Risultati fasulli. Non riconosciamo nessuno dei due”. Intanto, gli Stati Uniti stanno preparando un nuovo pacchetto di armi da 1,1 miliardi di dollari per l’Ucraina in previsione dell’annuncio da parte della Russia dell’annessione di territori ucraini, riferiscono fonti dell’amministrazione all’agenzia Reuters.