di WANDA CHERUBINI-

VITERBO- Dopo un anno e cinque mesi di servizio, il questore Fausto Vinci lascia Viterbo per assumere il nuovo incarico a Latina. Questa mattina, Vinci ha salutato la stampa, annunciando il suo trasferimento previsto per il 29 maggio e sottolineando il suo apprezzamento per il periodo trascorso nella città dei Papi: “A Viterbo sono stato molto bene. È stato un anno e mezzo intenso, dove abbiamo fatto tantissime cose”.

Nel corso del suo intervento, Vinci ha lodato la bravura e l’impegno dei suoi collaboratori e la collaborazione tra istituzioni, evidenziando “una grande unione di intenti”. Ha ricordato le operazioni più rilevanti, come l’arresto di cittadini turchi a Bagnaia, il disinnesco della bomba della seconda guerra mondiale il 7 maggio, il trasporto della Macchina di Santa Rosa a settembre e il controllo del territorio, in particolare nel centro storico e a San Faustino. “Il livello di sicurezza a Viterbo è abbastanza positivo. Si può fare di sicuro di più ed il mio sostituto potrà fare ancora meglio”.

Vinci ha ringraziato i colleghi della Guardia di Finanza per la collaborazione e ha sottolineato l’importanza di un’azione sinergica tra le forze dell’ordine. Ha inoltre evidenziato una diminuzione del 9% dei reati a Viterbo nell’ultimo anno. Tra le operazioni menzionate, il questore ha ricordato i vari Daspo urbani e Willy, gli incontri con i gestori delle discoteche e i cacciatori, e la gestione delle proteste degli agricoltori ad Orte senza blocchi stradali.

Vinci ha anche sottolineato l’importanza di occuparsi dei piccoli reati, come le truffe agli anziani e i vandalismi nel centro storico, affermando: “Dobbiamo occuparci sia delle grandi che delle piccole indagini”.

Il questore ha espresso gratitudine ai cittadini viterbesi per la loro collaborazione, in particolare durante il disinnesco della bomba, e ha evidenziato il buon rapporto instaurato con i comitati di quartiere e il Sodalizio dei facchini di Santa Rosa. Ha ringraziato anche la Prefettura, il Comune, la Provincia e i 60 sindaci della Tuscia, dichiarando che Viterbo e tutta la provincia sono state importanti per lui.

Infine, Vinci ha presentato la nuova dirigente della Digos, Flaminia Donnini, sottolineando la sua giovane età e già operativa da qualche mese a Viterbo. Concludendo il suo intervento, ha affermato: “Ho passato un periodo bello qui a Viterbo, ma mi rivedrete spesso da turista e da ospite”.