La Prima Sezione Civile del Tribunale di Torino ha accolto il ricorso presentato dalle associazioni Codacons, Utenti dei Servizi Radiotelevisivi e Adusbef riguardo alla campagna di beneficenza condotta dalla industria dolciaria Balocco a favore di un ospedale torinese, attraverso la vendita del pandoro marchiato dall’influencer Chiara Ferragni, definendola una “pratica commerciale scorretta”.

La giudice Gabriella Ratti ha determinato, come riportato in una nota delle associazioni, che l’azienda ha effettuato una pratica scorretta e che i messaggi associati alla campagna di beneficenza legati alla vendita del prodotto sono stati ingannevoli per il pubblico.