Iniziata oggi la cabina di regia a Palazzo Chigi presieduta dal premier Mario Draghi sulle nuove misure contro il caro-bollette e per il ristoro delle attività in crisi a causa delle restrizioni anti-Covid.

Presenti i capidelegazione della maggioranza – Elena Bonetti di Iv, Mariastella Gelmini di Fi, Roberto Speranza per Leu, Giancarlo Giorgetti per la Lega e Andrea Orlando per il Pd – il ministro dell’Economia Daniele Franco e il sottosegretario alla presidenza Roberto Garofoli. A seguire previsto il Cdm.
Ci saranno il rinnovo del meccanismo delle aste per l’emissione di CO2 da destinare a ridurre i rincari anziché il debito pubblico e anche il taglio attraverso la cartolarizzazione di parte degli oneri di sistema. Si tratterebbe di circa 4 miliardi che si aggiungono ai 3,8 già stanziati per far fronte ai super-rincari di luce e gas nel primo trimestre.

Le risorse anti-Covid, poco più di un miliardo che andrà a discoteche, impianti sportivi, mondo dello spettacolo e della cultura, oltre al turismo, sono recuperati da fondi già a disposizione dei ministeri che verranno reindirizzati verso le attività in crisi. Intanto il premier Draghi dovrebbe incontrare verso l’ora di pranzo il presidente di Stellantis, John Elkann.