VITERBO –  Ascoltare e prendere in carico i bisogni delle persone colpite da dolore cronico, orientandole ai servizi attivi presso la Asl di Viterbo. Con questa finalità i professionisti dell’unità operativa di Terapia del dolore e cure palliative, presenti nel centro di riferimento aziendale di Montefiascone e nella Casa della salute di Soriano nel Cimino, e il team dell’unità operativa di Anestesiologia dell’ospedale Belcolle di Viterbo hanno organizzato oggi un open day nell’ambito della XIV edizione della Giornata internazionale “Cento città contro il dolore” 2022.

L’iniziativa, organizzata dal 2009 da Fondazione ISAL, ha ricevuto negli anni il sostegno delle maggiori istituzioni politiche e scientifiche del settore, oltre che la medaglia del Presidente della Repubblica come premio di rappresentanza e di riconoscimento del suo valore pubblico.

L’edizione 2022 di “Cento città contro il dolore” è stata dedicata alla riflessione sul dolore cronico e, in particolare, all’analisi dei bisogni, nella cura e sul lavoro, delle persone che ne soffrono.

Attraverso gli appuntamenti odierni anche nella Tuscia è stato messo in risalto la necessità di far riflettere su quante sofferenze ancora colpiscano le persone affette da uno stato di dolore cronico e come questa condizione influisca sulla loro salute e sul lavoro.