Oggi a Roma sono stati premiati 21 comuni turistici marini e 12 località lacustri con le Cinque Vele di Legambiente e Touring Club Italiano, durante la presentazione della guida “Il Mare più bello 2024”.

Al vertice della classifica 2024 delle località marine si trova Pollica (Salerno) con le frazioni Acciaroli e Pioppi, nel Cilento. Seguono Nardò (Lecce) nell’Alto Salento Ionico, Baunei (Nuoro) sulla costa orientale della Sardegna, Domus De Maria (Sud Sardegna) e Castiglione della Pescaia (Grosseto).

Una novità di quest’anno è l’introduzione dei 33 comuni amici delle tartarughe marine, riconosciuti con il simbolo “la tartaruga”, per le misure adottate a favore di questi animali.

La Sicilia è esclusa per la prima volta dalla classifica delle Cinque Vele, con Pantelleria (Trapani) declassata da 5 a 3 vele e Santa Marina Salina (Messina) da 5 a 4 vele.

Per i laghi, il Trentino-Alto Adige domina con Molveno (Trento) e Appiano sulla Strada del Vino (Bolzano) in testa. Al terzo posto si trova Massa Marittima (Grosseto) sul Lago dell’Accesa, in Toscana.

La Sardegna emerge come la regione con il maggior numero di comuni premiati: Baunei, Domus de Maria, Cabras, Santa Teresa di Gallura, San Teodoro, Posada e Bosa. Segue la Toscana con Castiglione della Pescaia, Capraia Isola, Isola del Giglio, Capalbio e Marina di Grosseto. La Campania vede premiati Pollica, San Giovanni a Piro, Castellabate e San Mauro Cilento. La Puglia ottiene riconoscimenti con Nardò, Vieste e Gallipoli. La Liguria è rappresentata dai comuni delle Cinque Terre (Riomaggiore, Vernazza, Monterosso al Mare) e la Basilicata da Maratea.

Tra i laghi, dopo Molveno, Appiano sulla Strada del Vino e Massa Marittima, troviamo Sospirolo (Belluno) sul lago del Mis e Avigliana (Torino). Scanno (L’Aquila) sul lago omonimo conferma le Cinque Vele per il secondo anno consecutivo.

In termini regionali, il Trentino-Alto Adige si distingue per il maggior numero di località premiate, seguito da Piemonte e Lombardia.