Tra i vincitori del Premio “Piccolo Comune Amico” indetto dal Codacons anche la nostra Flavia Gelsomini, titolare dell’azienda agricola Etruscan Kantharos e presidente della sezione di Marta di Coldiretti Viterbo. La finale si è svolta questa mattina a Palazzo Rospigliosi, dove sono stati consegnati i riconoscimenti per la menzione speciale dedicata a Coldiretti Giovani Impresa “Giovane Imprenditore agricolo”, che hanno deciso di operare nel mondo agricolo, attuando nuove idee e favorendo così la nascita di realtà aziendali.

“Ringrazio il Codacons e Coldiretti, in modo particolare la federazione provinciali di Viterbo – ha detto Flavia Gelsomini – che ci è sempre stata molto vicino. Io ho scelto di avviare l’attività agricola nel 2019 e abbiamo affrontato subito un periodo difficile segnato dalla Pandemia, ma nonostante tutto non abbiamo mollato. Anzi, l’obiettivo del nostro progetto agricolo è la narrazione della Tuscia, attraverso i prodotti agricoli. Lavoriamo con le Dop e le Doc e tutti i nostri prodotti sono Pat, ovvero Prodotti Agroalimentari Tradizionali. Proviamo a fare il nostro meglio per promuovere la Tuscia”.

E proprio l’Olio Evo Dop Tuscia dell’azienda agricola Etruscan Kantharos di Flavia Gelsomini a Marta in provincia di Viterbo, ha ottenuto nelle scorse settimane un riconoscimento internazionale all’Amsterdam Aiooc per l’International Olive Competition, dove è stato premiato con la medaglia d’oro “Gold 2023”.

Il Premio “Piccolo Comune Amico” indetto dal Codacons nasce per favorire la valorizzazione dei piccoli Comuni italiani con meno di 5.000 abitanti e per diffondere la cultura e promuovere la valorizzazione delle piccole realtà locali italiane, ma al suo interno è prevista anche la menzione speciale dedicata a Coldiretti Giovani Impresa. Tra i vincitori provenienti da tutta Italia anche Antonio Di Biase, di Pietraroja in provincia di Benevento, Mauro Boffi, di Netro in provincia di Biella, Marta Iacuzzi, di Torreano in provincia di Udine e Margherita Eva Mozzato, di Tarzo in provincia di Treviso.

“I giovani imprenditori agricoli rappresentano il nostro futuro – spiega il presidente di Coldiretti Lazio, David Granieri – rappresentano ormai una forza trainante per la filiera agricola. Ne è la dimostrazione la nostra Flavia Gelsomini, che oggi ha ricevuto un riconoscimento importante a livello nazionale e altri ne ha già avuti a livello internazionale. Non possiamo che essere fieri ed orgogliosi di esperienze come la sua, che si distinguono per professionalità e passione. La sua azienda e i suoi prodotti contribuiscono a valorizzare le nostre eccellenze e a promuovere il territorio”.