In occasione dell’80° anniversario del D-Day, i veterani dello sbarco in Normandia hanno rivissuto i momenti storici del 6 giugno 1944. Sebbene non fossero presenti tutti i 200 reduci, quelli che sono riusciti a partecipare hanno lasciato un’impronta indelebile con sguardi fieri, saluti militari e sorrisi commoventi.07

Il presidente francese Emmanuel Macron, visibilmente emozionato, ha ricordato le gesta del “commando Kieffer”, i primi 177 uomini a sbarcare sulle spiagge della Normandia. Macron ha dichiarato: “Oggi noi siamo tutti figli dello Sbarco”.

La cerimonia di Omaha Beach, che ha visto la partecipazione di leader mondiali come Sergio Mattarella, Joe Biden e Olaf Scholz, ha creato un forte parallelismo tra i veterani del D-Day e il popolo ucraino. L’ovazione più calorosa è stata riservata al presidente ucraino Volodymyr Zelensky, che ha abbracciato Macron e ha camminato tra gli applausi dei presenti, visibilmente commosso. Un veterano si è rivolto a Zelensky dicendo: “Prego per te, tu sei il salvatore della gente”, al che Zelensky ha risposto: “No, tu sei il nostro eroe, tu hai salvato l’Europa”.

Macron ha sottolineato il legame tra la liberazione dell’Europa e la difesa dell’Ucraina, affermando che di fronte al ritorno della guerra nel continente, bisogna essere degni di chi ha combattuto durante il D-Day. Ha accusato implicitamente Vladimir Putin di tradire il messaggio dello Sbarco con l’invasione dell’Ucraina iniziata nel febbraio 2022.

Joe Biden ha esortato a “non abbandonare” Kiev di fronte ai dittatori, ribadendo l’importanza dei valori per cui i veterani hanno combattuto. I leader dei 19 Paesi presenti in Normandia hanno emesso una dichiarazione congiunta riaffermando la loro adesione ai valori fondamentali della libertà e della democrazia.

La cerimonia a Omaha Beach, seguita da quella di Biden al cimitero americano di Colleville-sur-Mer, è stata ricca di emozioni. Il presidente italiano Sergio Mattarella, emozionato, ha abbracciato Macron e sua moglie Brigitte, conversando in francese e mostrando un rapporto di amicizia con il capo dell’Eliseo.

Nonostante le polemiche che accusano Macron di fare campagna elettorale attraverso queste celebrazioni, l’evento ha celebrato l’unità europea e il sostegno all’Ucraina, onorando al contempo i veterani che hanno combattuto per la libertà 80 anni fa.