Uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine, sulla base dei dati del ministero della salute israeliano, evidenzia come i casi di contagio e di malattia grave calano “sostanzialmente” con la terza dose Pfizer.  Il tasso di infezione, rileva, almeno 12 giorni dopo il ‘booster’, è inferiore di “11,3 volte” rispetto alle due dosi mentre “il tasso di malattia grave è inferiore di 19,5” volte.

Lo studio è stato condotto dal 30 luglio al 31 agosto su 1,13 milioni di over 60 che avevano completato l’immunizzazione 5 mesi prima, divisi in due gruppi: quelli cui è stato somministrata la terza dose e quelli che ne hanno ricevute due.

Rispetto alla variante Delta, si legge nello studio, la terza dose Pfizer “porterebbe l’efficacia del vaccino tra i soggetti che hanno ricevuto il richiamo a circa il 95%, un valore simile all’efficacia del vaccino originale riportata contro la variante Alfa”.  In un’analisi secondaria, il tasso di infezione confermata almeno 12 giorni dopo la vaccinazione era inferiore al tasso dopo 4-6 giorni di un fattore di 5,4. Secondo il metodo seguito dai ricercatori, sono stati estratti i dati per il periodo dal 30 luglio al 31 agosto 2021, dal database del Ministero della Salute israeliano, riguardanti 1.137.804 persone di età pari o superiore a 60 anni e che erano state completamente vaccinate (cioè avevano ricevuto almeno due dosi del vaccino Pfizer-BioNTech) 5 mesi prima. Nell’analisi primaria, è stato confrontato il tasso di Covid-19 confermato e il tasso di malattia grave tra coloro che avevano ricevuto un’iniezione di richiamo almeno 12 giorni prima (gruppo di richiamo) e coloro che non avevano ricevuto un’iniezione di richiamo (gruppo non di richiamo). Nell’analisi secondaria, invece, è stato valutato il tasso di infezione da 4 a 6 giorni dopo la dose di richiamo rispetto al tasso di almeno 12 giorni dopo il richiamo. E i ricercatori sono arrivati alle conclusioni che i tassi di Covid-19 confermato e malattie gravi erano “sostanzialmente inferiori” tra coloro che avevano ricevuto un richiamo (terza) dose del vaccino Pfizer.