VITERBO – Il territorio della Tuscia si candida ad entrare nel Consorzio industriale del Lazio. E’ la richiesta avanzata dalla Camera di Commercio di Rieti-Viterbo alla Regione Lazio che sarà valutata nel corso dell’incontro in programma presso la sede camerale di Viterbo il prossimo giovedì 24 marzo alle ore 11.

Alla riunione, a cui sono stati invitati a partecipare gli amministratori locali ed i rappresentanti delle associazioni di categoria, saranno presenti Il presidente del Consorzio Industriale del Lazio, Francesco De Angelis, un componente del Consiglio di amministrazione, Maurizio Tarquini, ed il vice presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori.

“Il Consorzio Industriale del Lazio, nato dalla fusione dei cinque consorzi industriali presenti nella regione, rappresenta una realtà imponente con nuove ed importanti funzioni – spiega Domenico Merlani, presidente della Camera di Commercio di Rieti-Viterbo – e come Ente camerale abbiamo sollecitato la possibilità di ampliare il quadro territoriale di partecipazione al Consorzio allo scopo di valutare l’inserimento nello stesso anche di una parte della Tuscia, visto che finora la provincia di Viterbo ne risulta esclusa”. “Una sollecitazione a cui abbiamo avuto un positivo e significativo riscontro da parte della Regione Lazio e dei vertici consortili – prosegue – e questo incontro rappresenterà un’opportunità importante per gettare le basi per questa operazione, coinvolgendo gli attori istituzionali e associativi territoriali”.