I consumi medi da tredicesime per le famiglie si riducono in termini reali nel 2022, arrivando ai minimi da 15 anni. Il dato emerge da un’analisi effettuata dalla Confcommercio sull’utilizzo delle tredicesime, che stima una media di 1.532 euro per famiglia in termini di potenziali consumi derivanti solo dalla tredicesima.

Pesa l’impatto delle bollette, così come nel 2021, nonostante il volume della tredicesima netta sia in crescita di pari passo con la crescita dell’occupazione dipendente. Nel 2022 gli italiani spenderanno 6,7 miliardi di euro per i regali di Natale. Una media di 157 euro pro capite, 540 per famiglia. Una spesa che si riduce un po’ rispetto all’anno precedente, ma che “non desta segnali di particolare stress o preoccupazione”, secondo quanto ha riferito il  direttore dell’Ufficio Studi di Confcommercio, Mariano Bella. Per quanto riguarda, invece, la propensione a fare regali di Natale, il valore è decrescente dal 2015. Quest’anno passa da 41,1% del 2021 a 41,7%. Sul Natale Confcommercio si aspetta “sorprese positive in un contesto difficile.