parigi4_afp

“Tracce minime” di coronavirus sono state rinvenute nella rete dell’acqua non potabile del comune di Parigi, utilizzata solitamente per la pulizia delle strade, ma “non c’è alcun rischio per l’acqua potabile”. Lo ha reso noto lo stesso Comune della capitale francese, secondo quanto riferiscono i media, secondo cui il laboratorio dell’Acqua di Parigi ha rinvenuto queste “tracce minime” nelle ultime 24 ore in quattro dei 27 punti di prelevamento campionati. Per questo motivo, “per precauzione”, è stato sospeso l’utilizzo dell’acqua non potabile che ha una rete “totalmente indipendente” da quella dell’acqua potabile, che “non presenta alcuna traccia di Covid-19”.