“Nella giornata di ieri ho inviato, insieme con la sottosegretaria alla Salute con delega alla medicina per l’infanzia e l’adolescenza Sandra Zampa e il presidente della Società Italiana di Pediatria (Sip) Alberto Villani, una nota al ministro della Salute Roberto Speranza, per chiedere di valutare l’opportunità e le modalità di consentire a tutti i soggetti in età evolutiva di poter riprendere, gradualmente e in maniera regolamentata, a svolgere attività motorie e ludiche all’aria aperta, con modalità che garantiscano prioritariamente la tutela della loro salute e di quella della collettività, evitando quindi ogni rischio di contagio”. Lo afferma il ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, rispondendo al question time, sottolineando che “la richiesta è attualmente all’attenzione del Comitato tecnico-scientifico dell’Unità di crisi del Dipartimento della Protezione civile”.

bonetti_elena_min_ftg

“A seguito dell’emergenza epidemica, il Dipartimento per le politiche della famiglia ha rafforzato il monitoraggio sul numero 114, per la tutela dei minori in difficoltà – sottolinea Bonetti – Abbiamo introdotto, inoltre, sul sito del Dipartimento, spazi per l’informazione sul Covid-19, dedicati ai bambini e alle loro famiglie”.

“A causa del prolungarsi delle necessarie misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica, ho tuttavia ritenuto necessario porre il tema di come tutelare integralmente il benessere psicofisico dei bambini e dei ragazzi”. “Sempre nella giornata di ieri – ricorda Bonetti – il ministero dell’Interno ha emanato una circolare con cui è stato chiarito che è ‘da intendersi consentito, ad un solo genitore, camminare con i propri figli minori, in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all’aperto, purché in prossimità della propria abitazione’, restando confermato che gli spostamenti restano soggetti ai divieti generali e quindi consentiti solo nelle ipotesi già previste dai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri”.

“Assicuro il mio impegno e quello del governo per individuare le migliori soluzioni per tutelare la salute dei bambini e degli adolescenti nella sua integralità, nell’ambito delle necessarie misure di contrasto alla diffusione dell’epidemia da Covid19”, ha affermato Bonetti.

“Ho piena consapevolezza – ha proseguito il ministro – di come le misure adottate per il contenimento del virus Covid19 siano state e saranno fondamentali per tutelare la salute di tutta la collettività, ma anche come le stesse abbiano inevitabilmente comportato grandi sacrifici anche per i bambini e i giovani. Vanno considerati i rischi connessi a tali misure con particolare attenzione ai minori e alle loro famiglie, in particolare di quelle che vivono in condizioni di maggiore fragilità, pensando a mettere in campo politiche e azioni per prevenirli”.