VITERBO – Non si interrompe, purtroppo, la conta dei nuovi casi positivi di Coronavirus nella Tuscia. Sono dodici i nuovi casi accertati di positività al COVID-19 comunicati oggi dal Policlinico Gemelli alla Asl di Viterbo. Dei nominativi pervenuti, già tutti in regime di isolamento domiciliare fiduciario o in ricovero presso l’ospedale di Belcolle, 7 sono cittadini residenti nel comune di Viterbo, 3 nel comune di Tuscania, 1 a Castiglione in Teverina e 1 a Faleria. Inoltre, delle persone accertate oggi positive al COVID-19, 6 presentano un link epidemiologico con i casi precedentemente comunicati dovuto, quasi nella totalità, a un legame parentale. Per gli altri 6 la catena dei contatti stretti è in fase di definizione. Al tal proposito, la Asl di Viterbo ringrazia le amministrazioni locali per il prezioso supporto che, in queste ore, stanno garantendo al Team operativo Coronavirus per tutte le azioni necessarie al contenimento della diffusione del virus. In totale i casi accertati al COVID-19, residenti o domiciliati nella Tuscia, salgono a 69. Di questi: 44 stanno trascorrendo la convalescenza a domicilio, 3 sono ricoverati presso l’ospedale Spallanzani di Roma, 17 sono ricoverati presso il reparto di Malattie infettive a Belcolle e 3, le cui condizioni sono stabili, presso la Terapia intensiva COVID di Belcolle. Intanto, il sindaco di Viterbo, Giovanni Arena, ancora una volta si rivolge ai viterbesi, invitando a non uscire di casa, se non per estreme necessità. “Stiamo entrando nella fase più critica,  mi complimento con tutti coloro che stanno osservando scrupolosamente le impostazioni dateci,  ma molto altri continuano ad avere atteggiamenti superficiali,  mettendo così a rischio la propria salute e quella degli altri. Tutto ciò non è più tollerabile. Pertanto saranno incrementati i controlli e verranno sanzionati i controlli  e sanzionati i trasgressori. Dobbiamo limitare al massimo gli spostamenti:  cerchiamo di concentrare le esigenze di spesa e farmaceutica solo una volta a settimana ed eliminiamo le uscite anche l’attività fisica. Mi appello al vostro senso di responsabilità e appartenenza alla nostra meravigliosa comunità,  per cercare tutti insieme di uscire al più presto a questa drammatica realtà”.
W.C.