Coronavirus, Verdone: Dopo epidemia film pieni di leggerezza

Quando tutto sarà finito “credo che il pubblico, e anche noi autori, sentiremo il bisogno di grande leggerezza, e anche di grazia in un certo senso. Per cui scriveremo racconti, affronteremo temi in cui leggerezza, divertimento e grazia saranno al primo posto”. Ne è convinto Carlo Verdone, che, in un video girato per Fondazione Cinema per Roma, fa alcune riflessioni sul ‘post Coronavirus’ dal punto di vista del cinema.

“Questa è la sensazione che ho -dice l’attore e regista romano- non avremo bisogno di film emotivamente catastrofici. Già stiamo attraversando questo periodo che è un brutto film, non lo vogliamo più rivedere”.