Termina l’era dei colori per le regioni in base al Covid. In base all’ultima ordinanza da lunedì tutta l’Italia passa in zona bianca, anche se tende ancora a salire l’incidenza di casi di Covid-19 nel nostro Paese che si fissa intorno a 848 casi per 100mila abitanti. Anche l’Rt presenta una tendenza alla crescita, raggiungendo l’ 1,12. L’occupazione dei posti di area medica e di terapia intensiva è rispettivamente al 13,9 e 4,5 per cento. La trasmissibilità si colloca sopra la soglia epidemica sia per quanto riguarda i pazienti sintomatici con Rt a 1.14 sia per quanto riguarda le ospedalizzazioni a 1.08. Lo riporta il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, spiegando i dati del monitoraggio settimanale. “Questo è un quadro di circolazione coerente anche con altri Paesi europei dove in alcune parti si cominciano a vedere regioni che hanno colore rosso più chiaro a testimonianza di una riduzione della circolazione” – afferma Brusaferro.

Secondo i dati del ministero della Salute, sono 75.616 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 81.811. Le vittime sono invece 146 (ieri erano state 182). Sono 1.246.281 le persone attualmente positive al Covid, con un aumento di 478 nelle ultime 24 ore. In totale sono 14.229.495 gli italiani contagiati dall’inizio della pandemia, mentre i morti salgono a 158.582. I dimessi e i guariti sono 12.824.632, con un incremento di 75.773 rispetto a ieri.

Dal monitoraggio settimanale Iss-ministero della Salute emerge che aumenta l’incidenza settimanale a livello nazionale: 848 ogni 100.000 abitanti (settimana dal 18 al 24 marzo) rispetto a 725 ogni 100.000 abitanti della settimana precedente (11-17 marzo).