Sono aumentati in una settimana aumentano del 15% i nuovi casi di Covid in Italia e cresce dell’1,9% il tasso di positività. Diminuiscono però del 2,9% i decessi. In merito all’andamento epidemiologico, il ministero della Salute specifica infatti che nella settimana 11-17 novembre si registrano: 208.361 nuovi casi positivi con una variazione di +15,0% rispetto alla settimana precedente (n.181.197); 533 morti con una variazione di -2,9% sulla settimana precedente (549); e 1.193.523 tamponi con una variazione di +2, 9% rispetto a 7 giorni fa (n.1.159.602).

Il tasso di positività è 17,5% con una variazione di +1,9% rispetto alla settimana prima (15,6%). L’incidenza settimanale a livello nazionale sale infatti a 353 casi ogni 100.000 abitanti (5/11/2022 -17/11/2022) contro i 307 ogni 100.000 abitanti della settimana precedente (4/10/2022 -10/11/2022). Nel periodo 26 ottobre-8 novembre, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato invece pari a 0,88 (range 0,74-1,19), in leggero aumento rispetto alla settimana precedente – quando è stato pari a 0,83 – ma al di sotto della soglia epidemica dell’unità. Lo evidenzia il monitoraggio settimanale Iss-ministero Salute. Cresce la presenza dei malati di Covid in ospedale. Il tasso di occupazione in terapia intensiva sale al 2,5% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 17 novembre) rispetto al 2,0% (al 10 novembre). Anche il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale al 11,0% (rilevazione al 17 novembre) rispetto al 10,0% (dato al 10 novembre).

Secondo i dati forniti dal ministero della Salute, al 16 novembre, nel corso dell’attuale campagna vaccinale anti-Covid, in Italia sono state somministrate 142.331.373 dosi; il ciclo vaccinale è stato completato da 48.702.525 persone, pari al 90,20% della popolazione over 12; la prima dose di richiamo (booster) è stata effettuata da 40.316.426 persone, pari all’84,51% della popolazione potenzialmente oggetto di dose addizionale, che ha ultimato il ciclo vaccinale da almeno 4 mesi; la seconda dose di richiamo è stata somministrata a 4.698.063 persone, pari al 24,57%.