Secondo una ricerca coordinata dalla National Unviersity di Singapore e pubblicata sul British Medical Journal si evince che almeno 27 milioni di persone nel mondo hanno sviluppato problemi persistenti all’olfatto e al gusto a causa del Covid-19 ed è possibile che una parte di essi non recupererà a pieno i due sensi. Nello studio sono state analizzate  18 ricerche per un totale di circa 3.700 pazienti presi in considerazione. È stato anche evidenziato che, quando tra i sintomi di Covid ci sono disturbi a carico dei due sensi, l’alterazione si prolunga e diventa persistente nel 5,6% dei pazienti nel caso dei problemi all’olfatto e nel 4,4% nel caso del gusto. I ricercatori calcolano che se si considera che a oggi 550 milioni di persone nel mondo hanno avuto Covid e che la metà di essi ha sofferto di questi disturbi, ciò “si traduce rispettivamente in oltre 15 e 12 milioni di pazienti con disfunzioni dell’olfatto e del gusto”.