VITERBO- Lunedì 10 gennaio tutti gli studenti del Lazio torneranno a scuola, nonostante l’impennata dei contagi e la curva pandemica che non sembra voler scendere. Un ritorno a scuola che preoccupa, quindi, le famiglie. La Regione al riguardo ha messo a disposizione 37 drive in per l’esecuzione dei tamponi antigenici, visto che ci si aspetta una richiesta elevata. Nel Viterbese saranno 5 gli hub preposti per i tamponi per gli studenti: a Viterbo (Riello e cittadella della Salute), Civita Castellana, Acquapendente, Tarquinia. Per prenotare bisogna andare sulla piattaforma dedicata e mettere il numero della tessera sanitaria ed il nome dell’istituto scolastico.

A Nepi il costo dei test anti-Covid sarà rimborsato dal comune. il sindaco Vita spiega che l’amministrazione sosterrà il costo dei tamponi antigenici per gli alunni che, sulla base di sintomi, verranno segnalati dai medici di famiglia. Parimenti, il comune sosterrà il costo dei tamponi per gli alunni sottoposti a quarantena o controllo, secondo le indicazioni delle autorità scolastiche.

Infine, per la fascia 12-15 anni, partono da oggi le prenotazioni per la dose booster del vaccino, con l’ok dell’Aifa. Finora le somministrazioni hanno raggiunto il 13% di copertura con oltre 52 mila prenotazioni, ha riferito l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato. Ieri nel Viterbese l’a Asl ha registrato 775 casi positivi, ragigungendo i 26109 casi dall’inizio della pandemia. In prevalenza si trovano a Viterbo (155), seguita da Tarquinia (43), Civita Castellana (37), Vetralla (35), Ronciglione (33), Nepi (31), Orte (31), Capranica (30). Sono 23 i pazienti ricoverati a Belcolle, di cui 4 in Terapia intensiva. Attualmente i positivi sono 5234. Le persone guarite sono 260. Il tasso di positività, sulla base dei tamponi eseguiti e che ieri hanno raggiunto la soglia di 1970 tamponi fatti, è del 39 %.