BRUXELLES – L’Agenzia europea dei medicinali (Ema) ha iniziato la valutazione di una domanda di autorizzazione di GlaxoSmithKline per il trattamento Covid degli adulti e degli adolescenti con l’anticorpo monoclonale Xevudy (sotrovimab). GlaxoSmithKline ha sviluppato il medicinale assieme a Vir Biotechnology. Lo si apprende da una nota dell’Ema. Il parere dell’Ema potrebbe arrivare già entro i prossimi due mesi.