Via le mascherine all’aperto e riaprono oggi le discoteche. Finisce, quindi, l’obbligo di utilizzare le mascherine all’aperto, una misura che era stata decisa con il decreto del 13 ottobre del 2020, quando a palazzo Chigi c’era ancora Giuseppe Conte.

Si tornerà anche a ballare, con la riapertura delle discoteche, il settore che è stato più penalizzato in questi due anni di emergenza e che, se si eccettua una piccola parentesi nell’estate del 2020, è rimasto sempre chiuso: dovranno mantenere una capienza del 50% al chiuso e si potrà stare senza la mascherina solo in pista.

Il 31 marzo poi scadrà lo stato d’emergenza e il 15 giugno finirà l’obbligo di vaccinazione per gli over 50.

“Credo che già dal mese di marzo si possa prevedere un allentamento del green pass, graduale, partendo dai luoghi all’aperto” – ha detto il sottosegretario alla Salute Andrea Costa. Il sottosegretario Pierpaolo Sileri invece è più cauto e afferma che “sicuramente andrà fatta una revisione del sistema con la fine dello stato d’emergenza, ma è prematuro pensare di toglierlo prima”.