La Commissione tecnico scientifica dell’Aifa che ha approvato i vaccini modificati contro le sottovarianti di Omicron 4 e 5, ribadisce che la popolazione a maggior rischio di sviluppare malattia grave è rappresentata dai soggetti che presentano fattori di rischio e dagli over 60.

Tutti gli altri soggetti possono comunque vaccinarsi con la dose booster su consiglio del medico o come scelta individuale. Secondo il parere della CTS dell’Aifa, al momento non ci sono elementi per esprimere un giudizio preferenziale nei confronti dei diversi vaccini bivalenti disponibili. Entrambi i vaccini BA.1 e BA.4-5 sono raccomandati per tutti gli over 60 o per chi presenta fattori di rischio. Intanto arrivano buone notizie dall’Oms: “Il mondo non è mai stato in una posizione migliore per porre fine alla pandemia di Covid-19, che ha ucciso milioni di persone dalla fine del 2019”. Lo ha detto il direttore dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus , che ha rimarcato: “Non ci siamo ancora, ma la fine è a portata di mano”.