Secondo l’Istituto superiore di sanità sono 180.426 i nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore.  Ieri erano stati 186.253. Le vittime sono invece 308 mentre ieri erano state 360. Sono 1.217.830 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. Ieri erano stati 1.132.309. Il tasso di positività è al 14,8%, in calo rispetto al 16,4% di ieri. Sono 1.677 i pazienti in terapia intensiva, 2 in meno nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 141. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 18.370, ovvero 351 in più rispetto a ieri. Sono 1.217.830 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 1.132.309. Il tasso di positività è al 14,8%, in calo rispetto al 16,4% di ieri. Sono 1.677 i pazienti in terapia intensiva, 2 in meno nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri sono 141. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 18.370, ovvero 351 in più rispetto a ieri. Il tasso di ricovero in terapia intensiva è pari a 26,7 casi ogni 100mila per i non vaccinati e 0,9 ogni 100mila per i vaccinati con booster. Inoltre, nei soggetti vaccinati con dose aggiuntiva/booster, si legge nel Report, l’efficacia nel prevenire la diagnosi e i casi di malattia severa è pari rispettivamente al 68,8% e al 98%.

In merito all’impatto della vaccinazione nel prevenire nuove infezioni, ricoveri e decessi, l’Iss ricorda che “l’efficacia del vaccino nel prevenire la diagnosi di infezione SARS-CoV-2 è pari a 71% entro 90 giorni dal completamento del ciclo vaccinale, 57% tra i 91 e 120 giorni, e 34% oltre 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale”. Rimane inoltre “elevata l’efficacia vaccinale nel prevenire casi di malattia severa: 95% nei vaccinati con ciclo completo da meno di 90 giorni, 93% nei vaccinati con ciclo completo da 91 e 120 giorni e 89% nei vaccinati che hanno completato il ciclo vaccinale da oltre 120 giorni”.

Si registra anche un aumento della percentuale di casi Covid tra gli operatori sanitari rispetto al resto della popolazione. Nelle ultime due settimane, secondo l’Iss,  si è registrato un aumento del numero di casi segnalati: 12.009 rispetto ai 10.393 della settimana precedente.

Infine, si è registrato un aumento dell’incidenza per la classe di età 16-19 anni e un forte aumento del tasso di ospedalizzazione nella fascia 5 anni, mentre si registra un aumento più contenuto nella fascia 16-19 anni, secondo il Report esteso dell’Istituto superiore di sanità (Iss), che integra il monitoraggio settimanale sul Covid.