Il Ministro della Salute, Orazio Schillaci, ha presentato una bozza di decreto legge contenente misure urgenti per affrontare il problema delle lunghe liste di attesa nel sistema sanitario nazionale.  Il decreto, atteso in Consiglio dei Ministri nei primi di giugno, prevede una serie di interventi mirati.

Tra le principali misure proposte vi è l’introduzione di un Cup unico regionale e infra-regionale, che consentirebbe un monitoraggio più efficiente dei tempi di attesa e faciliterebbe l’acquisto di prestazioni sanitarie presso strutture private. Inoltre, si prevede l’estensione degli orari per visite ed esami anche durante il weekend, al fine di aumentare la disponibilità dei servizi sanitari.

Per contrastare il fenomeno dei ‘gettonisti’ e garantire una maggiore stabilità nel personale sanitario, il decreto propone la possibilità per le regioni e gli enti del Servizio Sanitario Nazionale di reclutare personale medico e sanitario attraverso forme di lavoro autonomo, inclusa la collaborazione coordinata e continuativa. Questa misura mira anche a favorire la reinternalizzazione dei servizi sanitari affidati alle cooperative.

Il decreto legge si configura come un’azione concreta per affrontare le criticità del sistema sanitario nazionale, puntando a ridurre le lunghe attese e migliorare l’accesso ai servizi da parte dei cittadini. La sua approvazione rappresenterà un passo significativo verso il miglioramento della qualità e dell’efficienza del sistema sanitario italiano.