Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, intervistato a “Non è l’arena” ha riferito che erano in 2000 gli italiani in Ucraina e come oggi siano 400. “Ne abbiamo salvati già 200. Dei 400, in 34 sono bloccati. Ci stiamo lavorando ogni giorno. Grazie a unità dì crisi per lavoro”. L’ambasciatore d’Italia in Ucraina, Pier Francesco Zazo, intervistato a Che tempo che fa su Rai 3 ha riferito che “molti di loro vogliono rimanere perché hanno la loro vita in Ucraina, con mogli e figli. Ma alcuni sono purtroppo intrappolati, non riescono a lasciare il Paese. Il fatto che l’ambasciata italiana sia ancora presente in Ucraina rappresenta un aspetto importante, apprezzato dal governo ucraino, ma anche un sostegno psicologico per gli italiani presenti”.