– Un Bologna esagerato sbanca il Via del Mare 2-3 e regala ai suoi tifosi (nel Salento circa 500 supporter) un Natale di festa. Doppio Orsolini, da manuale il suo secondo gol, e Soriano per un risultato rotondo ma che non fa una grinza, anzi sembra andar stretto ai felsinei per il gran numero di occasioni avute soprattutto nel primo tempo. Il Lecce si sveglia nel finale con Babacar e Farias, con due reti che rendono meno amara una sconfitta severa, ma giusta per quanto visto in campo. Per il Bologna tre punti pesanti che proiettano i rossoblu verso zone più nobili della classifica; per il Lecce, dopo le tre reti incassate a Brescia, un altro tris che lascia i giallorossi alle soglie della zona rossa: nuova sconfitta a domicilio, ma la squadra che esce tra gli applausi del pubblico. Liverani getta nella mischia dal primo minuto il recuperato Mancosu, che agirà alle spalle del duo di attacco Falco-Babacar. Scelte confermate per Mihajlovic che si affida al rientrante Soriano, con Palacio unica punta. Dopo un sostanziale equilibrio, è il Bologna che comincia a prendere le redini del gioco e Palacio si procura una tripla occasione (16′, 19′ e 33′) per far male ai giallorossi, ma Gabriel risponde sempre presente. Anche Orsolini (34′) in tuffo di testa scheggia la parte alta della traversa. Tachisidis in versione natalizia lancia in rete Poli, che incredibilmente mette fuori. Scintille tra Tachsidis e Medel (40′), interviene addirittura Mihajliovic per calmare il proprio giocatore: nervosissimo Medel anche all’indirizzo del proprio giocatore. Giallo per entrambi da parte di Abisso. E la continua pressione rossoblu trova il suo giusto premio (43′) con Orsolini: puntuale il tocco misura su invito di Sansone, e vantaggio del Bologna. Lo score parla di 15 tiri totali nei primi 45′ di gioco, un dominio assoluto dei rossoblu contro un Lecce assente ingiustificato. Si riparte e Liverani toglie Tachisidis, ammonito, e mette dentro Shakov. Ma il copione è sempre il medesimo, con il Bologna veramente micidiale in contropiede. Gabriel ferma in uscita Sansone, pallone raccolto da Palacio che serve Soriano per il raddoppio (56′) felsineo. Lecce a trazione anteriore con l’ingresso di Farias (60′) per Tabanelli: spazio in campo a tre punte oltre a Mancosu e Shakov. Ma la festa bolognese non sembra avere freno e Orsolini veste l’abito del trascinatore: gran finta su Calderoni e missile terra-aria per il tris (66′) del Bologna. Per il giovane attaccante prima doppietta in serie A, e Lecce al tappeto. Babacar (85′) prova a rendere meno amara la sconfitta e da pochi passi gira in rete al volo su cross di Calderoni. Il Lecce continua a pressare e Farias (91′) fa tutto da solo e con un siluro di destro batte Skorupsi per la seconda volta.