Secondo quanto riportato dal Guardian Ronald Trump intende chiedere alla Corte preposta al caso la nomina di uno specialista (di solito un avvocato o un giudice in pensione) per determinare se il materiale sequestrato dall’Fbi nella sua residenza di Mar-a-Lago possa essere usato nell’inchiesta sulla sottrazione e detenzione di documenti classificati.

A suo avviso gli agenti federali hanno confiscato materiale coperto dal privilegio presidenziale e il dipartimento di giustizia non deve decidere cosa possa usare o meno nelle sue indagini. L’istanza sarebbe la prima azione legale di Trump dopo il raid dell’Fbi.