Il premier Mario Draghi, nella dichiarazione congiunta con la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen, prima del loro incontro a Bruxelles, ha detto. “L’Ue ha dato prova di straordinaria unità. Siamo uniti nel rispondere all’appello del presidente Zelensky che ci ha chiesto aiuti finanziari, umanitari e militari. Questa unità è la nostra principale forza ed è essenziale mantenerla in aspetti come l’accoglienza degli ucraini e la tutela energetica di cittadini e imprese. L’Ue – prosegue Draghi – ha dato prova di straordinaria unità. Siamo uniti nel rispondere all’appello del presidente Zelensky”. Von der Leyen ha aggiunto:  “Dobbiamo fare in modo che non ci siano scappatoie e che l’effetto delle sanzioni sia massimizzato. Le sanzioni in atto stanno davvero mordendo, vediamo le turbolenze sull’economia russa, ma stiamo lavorando anche su ulteriori sanzioni”.