ROMA – Il premier Mario Draghi è intervenuto al settimo summit dei presidente dei parlamentari del G20, ricordando che “la ripresa è ancora fragile e disomogenea, anche a causa della diversa intensità nelle risposte di politica economica alla crisi. I Parlamenti hanno un ruolo molto importante nel favorire una ripresa equa e sostenibile”.

Il premier ha sottolineato l’importanza di impegnarsi tutti “per una ripresa dell’economia globale sostenuta, durevole, e che non lasci indietro nessuno”. Sul Covid ha detto che la pandemia è sotto controllo in molte zone grazie alle campagne di vaccinazione, ma come il Covid continui a colpire molti Paesi. “A fine settembre, si contavano più di 50.000 morti al giorno, nonostante l’enorme aumento della produzione di vaccini. Un numero così alto di morti è semplicemente inaccettabile” – ha rimarcato Draghi, evidenziando: “I vaccini sono sicuri. I vaccini salvano vite. Una minoranza dei nostri concittadini rifiuta di vaccinarsi, o esita a farlo. Questo comportamento è spesso dovuto alla paura che i vaccini non siano sicuri o efficaci, nonostante l’evidenza scientifica dimostri il contrario”.