Nella notte scorsa, un tragico incidente stradale ha colpito la provincia di Salerno, lasciando dietro di sé un’impronta indelebile di dolore e lutto. Due giovani Carabinieri, il maresciallo Francesco Pastore, di soli 25 anni, e l’appuntato scelto Francesco Ferraro, di 27 anni, entrambi originari della Puglia e in servizio presso la stazione di Campagna, hanno perso la vita in un impatto fatale lungo la strada che collega i comuni di Eboli e Campagna.

L’incidente ha coinvolto tre veicoli, tra cui quello dei militari, lungo la strada statale 19. Quattro persone sono rimaste ferite, tra cui un altro Carabiniere, e sei autoambulanze sono intervenute sul luogo dell’incidente.

Secondo quanto riportato dalle autorità, l’incidente è avvenuto a seguito di un impatto con una Range Rover proveniente dal senso opposto di marcia. Il conducente della Range Rover è stato trasportato in ospedale in condizioni gravi, mentre una terza auto è stata coinvolta nell’incidente, causando ulteriori feriti.

Il sindaco di Campagna, Biagio Luongo, ha espresso il profondo dolore della comunità locale, annunciando l’intenzione di commemorare i due giovani Carabinieri e mostrando solidarietà alle loro famiglie.

Anche altre città pugliesi si sono unite al dolore, come Montesano Salentino, città natale di Francesco Ferraro, dove è stato proclamato il lutto cittadino in segno di rispetto e partecipazione al dolore dei familiari.

Le autorità nazionali, compreso il Ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, il Presidente del Senato Ignazio La Russa, il Capo della Polizia Vittorio Pisani, il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Teo Luzi, e il Ministro della Difesa Guido Crosetto, hanno espresso il loro profondo cordoglio per la perdita dei due giovani militari e augurato una pronta guarigione al terzo Carabiniere ferito.

In tutta Italia, il dolore per la tragica perdita dei due Carabinieri ha suscitato un’ondata di solidarietà e vicinanza, mentre la ricerca di risposte e la prevenzione di ulteriori tragedie stradali rimangono priorità fondamentali.