E’ boom di prenotazioni di vaccini anti Covid, dopo che il Green pass diventerà obbligatorio dal 15 ottobre per tutti i lavoratori. L’incremento ha riguardato un aumento delle prenotazioni di prime dosi di vaccino tra il 20% e il 40% rispetto alla scorsa settimana. Il commissario straordinario per l’emergenza Covid, Francesco Figliuolo, in una nota ha evidenziato che “considerando che la maggior parte dei centri vaccinali sono ad accesso libero, occorre monitorare, nei prossimi giorni, l’andamento delle adesioni per valutare se il trend attuale si consoliderà in maniera strutturale”. A oggi 40 milioni 850.892 cittadini hanno completato il ciclo vaccinale, pari al 75,64% della platea di over 12. Intanto si attendono le linee guida del Governo per chiarire alcuni aspetti per l’applicazione delle nuove regole del Green Pass, tra cui le modalità di controllo del certificato digitale e cosa fare nel caso in cui il dipendente non abbia il certificato con sé. Il segretario generale della Cgil Maurizio Landini ha ribadito che i lavoratori che non si vaccinano devono essere “messi nella condizione di non dover pagare il tampone”. Ma il governo ha stabilito che il costo sarà più basso, ma non sarà gratuito, in quanto, secondo il ministro del Lavoro, Andrea Orlando “altrimenti passerebbe il messaggio politico per cui vaccinarsi o non vaccinarsi sarebbe la stessa cosa”.