L’Organizzazione mondiale della sanità definisce l’e-Health, o salute digitale, come “l’uso della tecnologia per migliorare la salute e il benessere umano, e per potenziare i servizi del sistema sanitario nazionale in termini di maggiore qualità, sicurezza e possibilità di accesso alle cure, con una ricaduta positiva in termini di riduzione dei costi umani, sociali ed economici per la società”.

A cavallo tra gli anni Novanta e il Duemila, questa nuova concezione di salute è stata guidata dalle grandi innovazioni che hanno portato alla diffusione dei più noti strumenti di tecnologia digitale portatile e dei dispositivi mobili costantemente connessi a Internet, come smarthphone, tablet, PC, smartwatch.

A questo si associa anche il termine e-Health, riferito a tecnologie rivoluzionarie che hanno consentito l’esecuzione di esami diagnostici importanti per la somministrazione di terapie e la salvaguardia della salute anche in zone remote.

L’obiettivo principale, dunque, è quello di rafforzare il sistema sanitario attraverso l’utilizzo delle tecnologie digitali per migliorare la qualità, la sicurezza e la possibilità di accesso alle cure a chiunque ne abbia bisogno, a prescindere dalla propria prossimità a centri medici o presidi ospedalieri.

Questa nuova idea di salute e implementazione dei servizi sanitari abbraccia innumerevoli caratteristiche, che includono concetti nuovi come la connettività, sia a reti esterne che interne alle organizzazioni che ne fanno uso, l’accessibilità da parte di tutte le fasce della popolazione, la mobilità e la portabilità, riferite a tutti quegli strumenti in grado di raggiungere chiunque ne abbia necessità. Ma possiamo fare riferimento anche a caratteristiche come l’uso delle nuove tecnologie di comunicazione, la possibilità di scambiare dati a distanza, l’impiego di tecnologie di ultima generazione nella massima tutela della privacy e della sicurezza degli utenti che ne fanno uso.

I vantaggi riconducibili a questa nuova forma di salvaguardia della salute umana sono indiscussi.

Basti solo pensare a una più ampia partecipazione informata del paziente, alla prevenzione di condizioni mediche gravi, una qualità migliore delle cure, una più efficace gestione delle patologie croniche e un abbattimento notevole dei costi in termini finanziari e di risorse umane.

Intesa in questo senso, la salute digitale abbraccia diverse aree tecnologiche che riguardano la medicina e altrettanti strumenti sviluppati per la tutela della salute, a titolo preventivo o terapeutico.

Gli ambiti di applicazione della salute digitale

L’Unione Europea ha attribuito alla salute digitale un ruolo imprescindibile nella gestione della salute e degli stili di vita dell’uomo, fissando tra gli obiettivi principali il proprio miglioramento attraverso l’uso di strumenti digitali, un maggiore accesso e qualità dell’assistenza sanitaria e una semplificazione e più ampia diffusione dei servizi digitali per l’assistenza sanitaria.

In quest’ottica, dunque, rientrano tecnologie che riguardano, a titolo esemplificativo, la cartella clinica elettronica, la telemedicina, l’informazione sanitaria online, la diagnostica avanzata, la robotica, la medicina digitale e tanto altro ancora.

Molte aziende impegnate nello sviluppo di sistemi avanzati sono coinvolte in questo profondo processo di trasformazione, che sta interessando il comparto sanitario, rendendolo più smart, accessibile e sostenibile possibile.

Basti solo pensare al costante fiorire di soluzioni sempre più innovative in ambito software e hardware che fanno uso di strumenti informatici, dispositivi medici avanzati, tecnologie di telecomunicazione applicate all’ambito sanitario e applicazioni mobili.

La diffusione delle tecnologie connesse alla salute digitale

Sono numerose le aziende Health Technology che si stanno adoperando per rendere sempre più concreta e diffusa l’applicazione della salute digitale: tra queste spicca Philips, brand impegnato nell’innovazione e nella ricerca in campo medico.

A tal proposito, l’innovativo ecografo disponibile qui https://www.philips.it/healthcare/sites/lumify rappresenta uno degli strumenti di punta nell’ambito della diagnostica medica e dell’accessibilità da parte del maggior numero di pazienti possibile. Uno strumento che si connette facilmente ai più diffusi dispositivi digitali, come tablet e smartphone, rendendo possibile l’esecuzione di questa tipologia di esami anche a domicilio o in zone lontane dai centri medici in cui viene normalmente eseguito.

L’ecografo palmare incarna il nuovo concetto di salute digitale e prossimità delle cure preventive verso pazienti impossibilitati ad accedervi, per le cause più disparate. A questo si aggiunge una più ampia connessione dell’equipe medica, in grado di effettuare consulti e scambiare dati attraverso una semplice videochiamata. Sicuramente una rivoluzione nel settore dell’Health Technology.