È morta l’attrice Catherine Spaak, star del cinema italiano degli anni ’60 e ’70 con film come “La voglia matta” e “Il sorpasso” e volto noto della tv grazie al suo programma “Harem”. Aveva 77 anni.

L’attrice, cantante, ballerina e conduttrice di origine belga  è deceduta in una clinica romana in cui era ricoverata come lungo degente. Nel 2020 aveva avuto un’emorragia cerebrale in seguito alla quale aveva perso momentaneamente la vista e da cui non si era mai ripresa. Dolore nel mondo dello spettacolo e dallo stesso ministro della Cultura, Dario Franceschini che l’ha così ricordata: “Un’artista poliedrica, colta ed elegante che nel nostro Paese ha trovato una casa che l’ha accolta e amata”.

Da giovane era stata la musa di Alberto Lattuada che la volle per il ruolo di adolescente spregiudicata dopo averla lanciata a 15 anni in “Dolci inganni” del 1960. Seguiranno “Diciottenni al sole”, “Il sorpasso”, “La noia”, “La calda vita”, “La parmigiana”, “La bugiarda” e “La voglia matta” sul cui set conobbe il futuro marito Fabrizio Capucci, sposato nel 1963. Dalla loro breve unione nasce Sabrina, attrice di teatro. In seguito è stata sposata altre tre volte: dal 1972 al 1979 con Johnny Dorelli (da cui ha avuto il figlio Gabriele), dal 1993 al 2010 con l’architetto Daniel Rey, e dal 2013 al 2020 con Vladimiro Tuselli. I funerali si svolgeranno in forma privata per volere dell’attrice.