E’ morto Bruno Arena, comico e cabarettista, dei “Fichi d’India”. A darne la notizia è stato il figlio Gianluca, anche lui cabarettista. Nel 2013 Arena era stato vittima di un aneurisma dopo la registrazione di una puntata di Zelig: la malattia l’aveva costretto al ritiro dalle scene.

Aveva 65 anni. Il figlio sui social ha scritto: “Non ero pronto… ma tanto non lo sarei mai stato. Buon viaggio papà… lasci un vuoto immenso”. Era nato a Milano il 12 gennaio 1957. Era stato docente di educazione fisica in diverse scuole della provincia di Varese, ma aveva intrapreso la via dello spettacolo e della comicità già all’età di 26 anni. Nel 1984 era stato vittima di un incidente automobilistico, che lo aveva costretto a subire svariati interventi e ne aveva compromesso parzialmente la vista. Nel 1988 l’incontro con Cavallari, destinato a cambiare la sua vita. La sua carriera, dopo il successo dei “Fichi d’India”, venne interrotta a causa della malattia il 17 gennaio 2013, all’età di 56 anni. Fu operato d’urgenza all’ospedale San Raffaele di Milano e dopo alcune settimane ed un periodo di coma, potè lasciare il nosocomio.