Ci ha lasciato una leggenda del calcio brasiliano e mondiale: è morto Pelè. Aveva 82 anni. Edson Arantes do Nascimento si è spento dopo un lungo ricovero in ospedale. Il tumore al colon sembrava sotto controllo, ma il peggioramento improvviso è risultato poi fatale. Era ricoverato dal 29 novembre all’ospedale Albert Einstein di San Paolo. Nell’ultimo bollettino medico si leggeva che le sue condizioni erano peggiorate per una “disfunzione renale e cardiaca”. Era chiamato O Rey, il re, la leggenda del calcio brasiliano. Per tre volte vincitore della Coppa del mondo (1958 , 1962 e 1970) e punto di riferimento per tutte le generazioni di calciatori brasiliani. Nessuno ha mai vinto tre mondiali come Pelè. Eletto Calciatore del Secolo per la Fifa, è considerato insieme a Diego Armando Maradona il più forte giocatore della storia. Attaccante, ha iniziato a giocare per il Santos all’età di 15 anni e per la nazionale brasiliana a 16. Pelé è il capocannoniere del Brasile con 77 gol in 92 partite. A livello di club è il capocannoniere di tutti i tempi del Santos con 643 gol in 659 partite, che guidò  alla Copa Libertadores del 1962 e 1963 e alla Coppa Intercontinentale 1962 e 1963. Quando Maradona morì Pelè scrisse sui social: ”Sicuramente un giorno giocheremo a calcio insieme in cielo”.