Alle ore 23 di ieri, l’affluenza alle elezioni europee è stata del 14,07% degli aventi diritto al voto, secondo i dati preliminari del Viminale pubblicati sul portale ‘Eligendo’. Questi dati provengono da circa la metà delle sezioni (35.700 su 61.650). Nel 2009, l’ultima volta che si è votato per le europee su due giorni, l’affluenza alle 22 era stata del 17,8%.

Per le elezioni regionali in Piemonte, l’affluenza è stata del 17,75% sulla base dei dati di circa la metà delle sezioni. Per le elezioni comunali, che coinvolgono 3.698 comuni italiani, l’affluenza è stata del 20,69% con dati provenienti da circa due terzi delle sezioni.
A Roma, l’apertura dei seggi è stata preceduta da polemiche per la sostituzione dei presidenti e problemi con il sistema informatico comunale. Ci sono state lamentele per il mancato invio delle tessere elettorali ai neomaggiorenni e l’Anagrafe è stata presa d’assalto per richieste di nuove tessere.
A Napoli, sono stati sostituiti 236 presidenti su 885 sezioni, mentre a Firenze circa 900 scrutatori su 1.470 hanno rinunciato all’incarico.
A Cagliari e Bari si sono registrati molti rifiuti tra presidenti e scrutatori. Anche Milano ha avuto alcune defezioni, ma senza particolari intoppi.
A Brescia sono state segnalate schede con difetti di stampa. A Occhieppo Superiore nel Biellese, le schede erano errate ma il problema è stato risolto con schede di riserva.

A San Prospero nel Modenese, le elezioni amministrative sono state annullate per irregolarità nella presentazione delle liste. A Casal di Principe, colpi d’arma da fuoco hanno sollevato preoccupazioni, mentre a Modena una donna è stata denunciata per scritte ‘no vax’ su una scuola sede di seggio. A Crotone, i lavoratori di ‘Abramo Customer Care’ hanno inviato circa 200 tessere elettorali al prefetto in segno di protesta.

In Puglia, i presidenti e segretari dei sei seggi a San Michele Salentino sono tutte donne. Anche a Nuoro, l’ingegner Sebastiano Maccioni, di 106 anni, ha esercitato il suo diritto di voto, commentando: “ho votato anche per la Costituente”.

Le operazioni di voto si concluderanno oggi alle 23, con l’incognita dell’astensionismo che incombe su queste elezioni.